sabato 22 maggio 2010

Oggi l'Italia è così...A proposito di libertà!



mi viene in mente una sola parola: VERGOGNA!

martedì 11 maggio 2010

Forno di Coazze (TO) - Cimitero di Guerra dei Partigiani della Val Sangone. 2



LAPIDI

Nomi,
luoghi,
mestieri,
date...
date
senza un nome.
E' una parola
che ritorna
martellante:
"IGNOTO"!
Ma noi,
noi sappiamo
che è stata
rivestita
di un giovane corpo,
immolato,
e che,
in un ultimo sussulto,
si è ritrovato
ad abbracciare
la terra
umida
del vostro sangue.
Quale che sia stato
il vostro ultimo pensiero,
mentre la nebbia scendeva
sui vostri occhi,
su di voi,
sul mondo,
a noi
che veniamo qui
per salutarvi,
eso giunge
in una parola
da continuare a difendere
come una fortezza:
LIBERTA' !

Anna Maria Noto Cannizzo
14 luglio 2003 - Dedicato ai Martiri di Forno di Coazze

Forno di Coazze (To) Cimitero di guerra dei Partigiani della Val Sangone




Dopo qualche anno sono riuscito a tornare ai piedi di queste montagne che hanno visto la lotta per la libertà e la resistenza all'oppressore nazi-fascista, fatta da giovani di tutta Italia ed Europa, per noi e il nostro Paese.
Se l'Italia ha conquistato libertà e democrazia lo dobbiamo a questi giovani che hanno sacrificato la loro giovane vita, senza pensare a se' stessi, ma ai loro compagni e a tutti gli italiani.
Dobbiamo a loro la nostra bella Costituzione Repubblicana, come a loro si deve il fatto che si sia potuto avere una vita libera e democratica, anche se dal 1948 in avanti i tentativi di sovvertire questi principi e persino lo stato democratico di diritto, sono stati sempre più numerosi ed efferati, fino al punto -cosa ancor più grave ed assurda- da provenire anche da gruppi di potere deviati ed inseriti nelle Istituzioni repubblicane.
Per questo la Resistenza deve continuare e non può che essere sempre più vigile tra tutte le persone che si riconoscono nei principi di giustizia, libertà, uguaglianza e democrazia della Costituzione.
La Resistenza, dunque, non è e non deve essere solo un ricordo del nostro passato più nobile della nostra storia di italiani, assieme al Risorgimento che ha portato all'unificazione dello Stato, ma deve essere sempre più viva ed attiva, se vogliamo difendere e salvaguardare i valori sacrosanti di libertà e giustizia che i nostri Martiri hanno perseguito fino all'estremo sacrifico personale.
Ora e sempre Resistenza.